NAZRA al Reggio Film Festival

Nel ricco programma della diciottesima edizione del Reggio Film Festivalsabato 16 novembre 2019  presso la LIBRERIA PUNTO EINAUDI alle ore 17.30 l’appuntamento:

PALESTINA, IRONIA E RESISTENZA
Il meglio dal Nazra Palestine Short Film Festival”

Saranno presenti:
Monica Macchi- Nazra Milano
e
Raffaele Spiga – BDS Bologna

 
Clicca qui per visualizzare l’Evento FB 

 

 

 

Inizia NAZRA a Napoli

Dopo l’anteprima del 20 ottobre, prende il via la tappa di Nazra PSFF III° edizione a  Napoli, dal 23 al 25 ottobre, grazie all’associazione Ècole Cinema e al supporto di PAN – Palazzo delle Arti di Napoli che accoglierà le proiezioni insieme alla Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli e al Ristorante Arabo “Amir”.

Oltre alla presentazione dei film vincitori di Venezia, nelle tre giornate del festival a Napoli saranno attribuiti i Premi “Giura Giovani”, assegnato dagli studenti delle scuole del Liceo Classico Umberto I, Istituto Tilgher di Ercolano, Ic Novaro Cavour, e “Oltre le Mura”, assegnato dalle detenute della Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli.

La visione dei corti sarà seguita da momenti di dibattito, riflessione e confronto e ci sarà, inoltre, la possibilità per il pubblico di confrontarsi direttamente con registi e registe di alcuni dei film proiettati.

L’ingresso è gratuito.

Scarica il programma completo.

Locandina Napoli

Locandina Napoli 23 ottobre

Locandina 24 ottobre

I vincitori della III° edizione di NAZRA

Si è conclusa giovedì 17 ottobre la tre giorni veneziana della prima tappa della terza edizione di NAZRA Palestine short film festival con la premiazione dei vincitori.

Premio “Best Fiction”:
STRANGE CITIES ARE FAMILIAR
di SAEED TAJI FAROUKY
Per l’incisività dei dialoghi che restituiscono la malinconia dell’esilio e che, sequenza dopo sequenza, ci svelano; intimità del suo protagonista; per l’audacia con cui è costruita la tensione narrativa; per la regia intensa di primissimi piani e inquadrature che ingabbiano le scene in un territorio distante e freddo e non ultimo per la strepitosa prova di Mohammed Bakri.

Premio “Best documentary”:
THE BUS DRIVER (WOMAN)
di IYAD ALASTTAL
Per la grazia e l’ironia con cui coniuga il particolare con l’universale in una storia potente che eludendo semplificazioni e stereotipi riafferma la soggettività e l’autodeterminazione femminile come fattore cruciale per costruire un futuro migliore.

Premio “Nazrat al-Shebab”:
“WINDOW
di ALI OKEH
Per aver mostrato la caparbietà e l’ingegnosa voglia di evadere di un ragazzino dei campi profughi, che si affaccia sui suoi sogni con disincanto e determinazione.

Premio “VITTORIO ARRIGONI PRIZE”
messo a disposizione dalla FONDAZIONE VITTORIO ARRIGONI VIK UTOPIA ONLUS:
TOUR DE GAZA
di FLAVIA CAPPELLINI.
Per l’uso di immagini, suoni e sensazioni immersive che con raffinatezza stilistica rendono giustizia alla storia di Alaa al-Dali; non c’è commento né finzione: tutto è cinema.

MENZIONE SPECIALE “Vik Utopia”:
“VIK – RESTIAMO UMANI”
di GIULIA CACCHIONI
Per aver omaggiato un estremo atto di coraggio che ci ricorda come il “Restiamo Umani” sia appello sempre più necessario e universale, un grido che può fare la differenza.

MENZIONE D’ONORE “Gender look”
BLOODY BASIL
di ELIA GHORBIAH
Per il coraggio e la lucidità con cui viene analizzata e criticata l’occupazione militare israeliana e la nuova schiavitù del lavoro femminile nelle colonie, e una fotografia narrativamente accurata.

NAZRA III° edizione

Banner evento FB

Prenderà il via a Venezia la terza edizione di NAZRA Palestine Short Film Festival nelle serate di martedì 15, mercoledì 16 e giovedì 17 ottobre.
Molti gli ospiti d’onore di questa edizione che prenderanno parte alle serate come il regista e attore Mohammed Bakri e Nabil Salameh, scrittore e artista, voce del gruppo Radiodervish.
Cliccando qui potete scaricare il programma delle serate.

Numerosi anche gli appuntamenti per “Nazra Off” nelle giornate del 16, 17 e 18 ottobre che porterà a Venezia, parallelamente al Festival, la musica e la cultura palestinesi, tra lezioni universitarie e presentazioni di libri.
Temi di questi tre appuntamenti saranno:

I media arabi e la Palestinacon Fatina al-Ghurra, poetessa e giornalista; 

Tarab. Musica araba e patrimonio letterario. Incontro con Nabil Salameh

Il cinema palestinese oggi… e domani. Dialogo con Mohammad Bakri  con Mohammad Bakri, attore e regista Nabil Salameh, autore e voce dei Radiodervish e Rakan Mayasi, regista.

“Sguardi” sulla Palestina: torna il Nazra Palestine Short Film Festival

Comunicato Stampa

Al via la III edizione del primo Festival italiano di cortometraggi dalla e sulla Palestina: dal 15 ottobre in 7 città grazie alla collaborazione di numerose realtà. Ospite d’onore dell’evento l’attore Mohammad Bakri.

Venezia, 8 ottobre 2019 68 film in concorso, 15 opere finaliste, 3 vincitori, 7 tappe solo in Italia: sono i numeri dell’edizione 2019 del NAZRA Palestine Short Film Festival , la prima rassegna italiana di cortometraggi dalla e sulla Palestina, giunta alla sua III edizione dopo il grande successo degli anni precedenti.

Promosso dalle organizzazioni Restiamo Umani con Vik (Venezia), École Cinéma (Napoli) e Centro Italiano di Scambi Culturali-VIK (Striscia di Gaza – Palestina), già presentato alla 76ma Mostra del Cinema di Venezia e 72mo Festival del Cinema di Cannes, NAZRA (in arabo “sguardo”) ha l’obiettivo di promuovere le eccellenze artistiche e cinematografiche di giovani autori e autrici, palestinesi ed internazionali, che usano il linguaggio del cortometraggio per trattare temi quali la libertà, la giustizia e i diritti umani nel delicato contesto israelo-palestinese.

La III edizione di NAZRA prenderà il via il prossimo 15 ottobre a Venezia, per poi proseguire a Trento, Padova, Torino, Siena, Napoli e Roma. Al termine del suo viaggio in Italia il Festival sarà ospitato anche in Spagna, e tornerà infine in Palestina, ed in particolare nella Striscia di Gaza.

Moltissimi gli ospiti d’onore di questa edizione, che prenderanno parte alle serate veneziane: tra gli altri, il regista e attore Mohammed Bakri e Nabil Salameh, scrittore e artista, voce del gruppo Radiodervish. Numerosi anche gli appuntamenti in programma per “Nazra Off”, che parallelamente al Festival porterà a Venezia la musica e la cultura palestinesi, tra lezioni universitarie e presentazioni di libri.

Tanti i punti di vista che si incrociano nei cortometraggi finalisti, organizzati in 3 diverse categorie: Fiction, Documentari e Nazrat al Shebab. I tre registi e registe vincitori, che saranno presenti a Venezia e verranno premiati in quella sede, sono stati selezionati da una Giuria internazionale di attori, registi ed esperti composta da Alessandro Tiberi, Daniele Gaglianone, Paola Caridi, Sahera Dirbas , Amer Shomali, Wasim Dahmash, Fatena Al-Ghorra, Monica Maurer, Nabil Salameh e Rakan Mayasi.

Oltre ai 3 vincitori, a Venezia saranno attribuite 2 menzioni speciali (Gender Look e Vik Utopia), oltre al premio “Vittorio Arrigoni”, reso possibile grazie alla collaborazione tra NAZRA e la Fondazione Vittorio Arrigoni di Egidia Beretta, che sarà presente alle serate.

Moltissime le realtà italiane ed internazionali coinvolte nel tour del Festival, sostenuto in particolare da Al Qattan Foundation, Università di Siena, Università Ca’ Foscari, e dalla Fondazione Vittorio Arrigoni Vik Utopia Onlus.

(Waiting for) NAZRA a Bari

In più di 200 persone hanno partecipato a Waiting for | NAZRA Palestine short film festival 2019, ovvero due appuntamenti della tappa di Bari per i tanti sguardi dalla e sulla Palestina che Nazra, festival itinerante e indipendente, porta in giro dentro e fuori dall’Italia da tre anni.
Il primo appuntamento è stato quello estivo di giovedì 11 luglio 2019 all’interno della rassegna Festa del Cinema in Libertà 2019  dove è stata proiettata una selezione di corti dell’edizione 2018 di Nazra.
Il secondo appuntamento si è tenuto giovedì 12 settembre, con la Palestina protagonista assoluta in un bellissimo incontro tra poesia e cinema, attraverso le parole di Mahmud Darwish, palestinese e considerato uno dei più importanti poeti arabi, e l’arte dei giovani musicisti palestinesi.
In questa ricca serata è stato presentato il libro Undici Pianeti di M. Darwish (Editoriale Jouvence, 2018) assieme a Silvia Moresi, che ne ha curato la traduzione dall’arabo, alla libreria “Millelibri – Poesia e altri mondi” e alla voce di Marialuisa Capurso che ha cantato in arabo e in italiano alcune poesie; è stata ascoltata la voce dello stesso poeta Darwish nel corto “Darwish: a Soldier Dreams of White Lilies” di Torstein Blixfjord, proiettato a Bari per la seconda volta in Italia dopo il debutto allo Yalla Film Festival, che rappresenta l’ultima apparizione in video del poeta palestinese; è stato proiettato il  film documentario “From Beneath the Earth” di Sami Alalul, selezionato per  Nazra 2018.

Entrambi gli appuntamenti si sono tenuti presso l’ExpostModerno che “non è semplicemente un cinema, ma è cinema di comunità nato all’interno dell’ex ArenaModerno, un vecchio cinema nel quartiere Libertà di Bari chiuso e abbandonato da oltre trent’anni e che oggi, grazie all’Armata Brancaleone, è tornato a vivere. È un posto che vive grazie al contributo di tutti e tutte, uno spazio di cui ci si prende cura assieme. Alle volte tutto questo può avvenire anche attraverso piccole azioni, come quella di donare una sedia. Il bello dell’ExpostModerno infatti è proprio questo: essere il risultato colorato e piacevolmente scomposto di pezzi di tante vite che si mescolano tra di loro.”

Per dettagli, maggiori info, foto e video, visitate la pagina facebook Nazra Palestine short film festival – Bari.

The winners

Nazra – Palestine Short Film Festival is pleased to announce the winners of the first edition of the Festival.

Winner in the category “Best fiction short film by a Palestinian author”
Ave Maria, for its outstanding ability to transfigure themes like occupation, suspicion and conflict into a brilliant story tinged with humor. At the same time, all the paradoxical and absurd conditions imposed on the inhabitants of the occupied territories filter through such a crazy story.

Winner in the category “Best fiction short film by an international author”
One minute, for the admirable description of a mother’s despair during the 2014 Gaza bombing, thanks to the powerful choice of a claustrophobic darkness accompanied with the sound of voices, messages and bombs – possibly the only way to tell the human side of things that are too horrible to show.

Winner in the category “Best documentary short film by a Palestinian author”
Mate superb, for the lively representation of Palestinian boys engaging in nonviolent resistance while performing their parkour exercises in Jerusalem. The feelings of protagonists are masterfully narrated using simple but effective shots coupled with an enthralling editing.

Winner in the category “Best documentary short film by an international author”
High hopes, for its remarkable ability to expose the relationship between propaganda and reality, as revealed by the shameful evacuation of a Bedouin clan during the Oslo negotiations. The pressing rhythm of the editing highlights in a merciless way the blatant contradiction between peace announcements and the criminal behaviors of the Israeli army.
 
Winner in the category “Better experimental short movie”
Entr’acte, for telling in an overwhelming way the killing of a child by a sniper, mixing with astonishing effectiveness animation and film quotes. The film connects the narrative dramatic force with very strong emotional involvement and pietas, alternating in a heartbreaking way the prevailing black-and-white with color flashes.

Presentation of Nazra

On Friday, September 8th 2017, Nazra- Palestine Short Film Festival was presented at the Hotel Excelsior  in Lido di Venezia in the frame of the 74th Venice International Film Festival.